Il progetto

BRIEF propone dei servizi di conciliazione che trasformano il posto di lavoro in un luogo di crescita professionale e familiare, attraverso  modelli di “innovazione sostenibile”.

Il dipendente aumenta la sua produttività in quanto il contesto aziendale adotta modelli di organizzazione che lo rendono competitivo, e guarda al dipendente in senso olistico, non come singolo, ma come elemento della Haus-Gemainschaft (la micro società della famiglia/e, perché i nuovi modelli relazionali vedono spesso il/la singolo/a come elemento condiviso da diversi ambienti familiari) e come partecipante attivo e consapevole della costruzione della Gesellschaft (una società attiva fondata sui vincoli della socialità e della reciprocità). L’aumento della produttività del dipendente è connesso alla partecipazione alle iniziative proposte, al suo coinvolgimento e a quello della sua sfera familiare, e di conseguenza, alla sua crescita sociale. BRIEF propone dei servizi di conciliazione (e.g. creativity voucher) come strumento negoziale indirizzato ad aumentare il vantaggio competitivo delle imprese e le capacità e motivazioni professionali dei dipendenti. BRIEF ragiona, sperimenta intorno a modelli di organizzazione del lavoro che perseguono un’efficienza nella realizzazione degli obiettivi aziendali fondata sul riuscire a far rendere al meglio il dipendente in quanto quest’ultimo è, e si sente, partecipe di un progetto condiviso e comune.

L’intervento di BRIEF porta, da un parte, la biblioteca (fisicamente e virtualmente) all’interno delle imprese attraverso il servizio dei punti informativi (un vero e proprio scaffale multi-mediale collocato all’interno dell’azienda, che permane continuamente aperto all’inter-relazione con il personale: uno “stimolatore della creatività”).

Sotto un altro aspetto, BRIEF discute con i dipendenti e con esperti nazionali ed internazionali alcuni temi (e.g. diversity management, cross cultural management) che determineranno la trasformazione dei modelli organizzativi dell’impresa. Tale trasformazione  sarà costruita attraverso workshop operativi, seminari ed analisi di pratiche nazionali ed internazionali, essa è finalizzata a migliorare la capacità di competere dell’impresa e a rafforzare il legame tra obiettivi aziendali e aspirazioni dei dipendenti, mettendo in atto un processo che favorisca il benessere produttivo del dipendente attraverso un rapporto lavorativo che sappia conciliare: a) esigenze del mercato, b) rischio aziendale, c) capacità professionale del dipendente, d) esigenze familiari del dipendente (ottimizzare il rapporto tempo per l’impresa/tempo per la famiglia,) esigenza del dipendente di continuare a formarsi e ad imparare, al fine di poter aumentare la durabilità della sua competitività sul mercato (e non solo quello locale).

L’intervento di BRIEF si basa sul principio di ottimizzare le potenzialità documentali e informative del  Sistema Bibliotecario dei Castelli Romani che è una delle reti più avanzate ed organizzate per la gestione e creazione di informazione (oggi anche biblioteca digitale) dell’area metropolitana romana, ma anche dell’intero territorio nazionale per favorire:

1)   La definizione di nuovi modelli organizzativi del lavoro all’interno dell’imprese al fine di migliorarne la capacità di innovare e di competere sui mercati locali e globali.

2) Stabilire un rapporto con i dipendenti che miri a creare delle “comunità di apprendimento”, le attività previste sono aperte anche alle famiglie dei dipendenti al fine di legare sinergicamente i tempi della produzione e dell’apprendimento in un’ottica di crescita reciproca impresa/famiglie.

3) La valorizzazione delle diversità, in senso lato (e.g. storie personali, professionali, aspirazioni) dei dipendenti, cercando di definire modelli organizzativi che possano far risaltare il valore delle differenze, e lo declinino sia nel senso produttivo, sia in quello di una maggiore qualità della vita.

L’idea forza di BRIEF è il modello Biblioteca-Impresa. Gli strumenti dell’intervento di BRIEF, per testare e validare il modello, sono dettagliate dalle seguenti macro-attività:

1)  Realizzazione di workshop operativi e seminari da tenere tra imprenditori, dipendenti, esperti sui temi del diversity management e del cross cultural management

2) Sperimentazione definizione di un voucher culturale (creativity voucher), che aprirà l’impresa alla invenzione/proposizione di nuove misure per aumentare la conoscenza dei propri dipendenti attraverso iniziative che metteranno in gioco la sfera familiare di imprenditori e dipendenti.

3) La messa in opera e la sperimentazione, all’interno delle imprese (in questo caso dell’impresa leader di BRIEF) del punto informativo: uno “scaffale multimediale” che opera come stimolatore culturale all’interno dello spazio di lavoro.

Progetto “Biblioteche Risorse per Innovazione Equità Flexicurity –BRIEF” – “Realizzazione di interventi in impresa volti a favorire la conciliazione tra vita familiare e vita lavorativa in un’ottica di flexicurity” – Codice Progetto: RL027522, Attuazione del POR – Ob.2- Competitività regionale e Occupazione 2007-2013, ASSE I – ADATTABILITÀ, Cod. 38922. ASSE II – OCCUPABILITÀ, Cod. 38927.

Scarica il cronogramma del progetto

Leggi la Determina